La gestione dei fornitori

Se è vero che il principio sul quale si fonda il procurement è  l’acquisto di beni e servizi alle migliori condizioni possibili, comparando tempistiche, quantità e qualità delle forniture che i vari suppliers sono in gradi offrire, è altrettanto importante che la gestione dei fornitori e le informazioni su di essi, permettano agli operatori degli acquisti di orientare le proprie scelte. Queste informazioni sono alla base di una supply chain dinamica e ben gestita. Inoltre le nuove tecnologie, applicabili anche ai processi di procurement e di purchasing, consentono di evolversi in ottica 4.0, dove le informazioni arrivano in maniera omogenea ed integrata fra le varie fonti.

Una gestione dei fornitori ottimale infatti, passa anche attraverso la possibilità di aggregare una grande mole di dati da analizzare e attraverso la loro strutturazione seguendo modelli statistici e matematici, per ottenere informazioni sintetiche e immediatamente fruibili, utili al management, per prendere decisioni consapevoli anche in situazioni di emergenza.

Gli elementi a disposizione di chi dovrà effettuare le scelte di buying saranno sempre più determinate dalla combinazione di indicatori quantitativi e qualitativi, da analisi costo-benefici e costo-prestazione, da stime più accurate e ponderate basate su una conoscenza approfondita dei propri fornitori strategici e non, e del mercato di riferimento.

Le leve strategiche riconducibili al procurement 4.0, sulle quali è opportuno andare a lavorare per ottimizzare la supply chain e la gestione dei fornitori, devono essere supportate da una visione risk based, con particolare riferimento a:

– strumenti di supporto al management nelle decisioni strategiche e operative

approccio al rischio trasversale alle diverse aree aziendali per coglierne opportunità

integrazione con il “modello di rischio” già adottato dall’azienda per la gestione dei fornitori

– creazione di un rapporto di trasparenza e partnership con i fornitori

– miglioramento del livello di consapevolezza del rischio in ottica di business continuity

La nostra soluzione per il supporto nella gestione dei fornitori e della supply chain, è stata presentata al Negotiorum Fucina 2017 di ADACI, e applicata in un caso aziendale nell’edizione 2018, si chiama SCRIMM, il modello embedded per la gestione dei fornitori

In base alla nostra esperienza il rischio nella supply chain è legato a dei criteri operativi fondati su metodologie definite.  La buona gestione dei fornitori riguarda anche la gestione di questi rischi legati ad essi ed è una priorità dei responsabili degli uffici acquisti, proprio come lo è la riduzione dei costi, e la gestione delle relazioni con i fornitori.